CONDIVIDI

1186314_171555009715493_1423408254_n

 

Decimo acuto per i cercolesi che espugnano la tana del Volleyworld ritrovando sprazzi di bel gioco.

Napoli – Il Cercola non conosce ostacoli, la squadra di mister Pesarino si libera del Volleyworld con un perentorio 0-3 e scalza l’Alberti, vittorioso sul Bacoli nell’anticipo del venerdì, dalla provvisoria cima della classifica.
Per la gara con i partenopei, terzultimi in graduatoria, mister Pesarino si affida al classico sestetto con l’unica novità Scala al posto di Gaglione, non allenatosi in settimana. Spazio dunque a Penna e Ferrentino bande, Pesarino alla regia, Salvarezza e Spadaccio centrali, Cusumano libero.
Nel primo set l’I.p.C. alterna una buona fase offensiva ad una continua sofferenza in difesa e ricezione, ciò che ne vien fuori è un parziale all’insegna dell’equilibrio, dal 4-4 si passa al 14-14 e da qui al 19-19. Sul 21-21 termina la partita di Scala, mister Pesarino gli preferisce, con una mossa che risulterà vincente, Gaglione. Sarà proprio il forte opposto cercolese, ripagando alla grande la fiducia del mister, a siglare il definitivo 23-25. L’ingresso di Gaglione, vero e proprio “man of the match”, cambia l’andamento della gara, il Cercola gioca con una maggiore scioltezza e l’ottimo capitan Pesarino può variare le soluzioni con maggiore continuitá. Il secondo set si apre subito male per il Volleyworld costretto a rinunciare per infortunio al libero Torre, al suo posto il giovane under Ruocco. Per il resto è dominio gialloblù, sull’8-9 gli ospiti dilagano portandosi prima sul 9-16 poi sull’11-22, aggiudicandosi facilmente il parziale sul definitivo 14-25.
Nel terzo game Spadaccio lascia il posto ad un ottimo De Martinis. Dopo un’iniziale fase di studio (5-5) il Cercola prende il largo volando sul 6-11 e costringendo, di conseguenza, i partenopei al time out. Il Volleyworld trova persino il pari sul 12-12, ma da questo momento cala il sipario sulla gara. L’I.p.C. comincia a macinare gioco e, contemporaneamente, i biancazzurri di casa finiscono la benzina. Il 14-18 si trasforma in 16-24 e il generale rilassamento finale non deve ingannare su un parziale mai stato in discussione (20-25).  In attesa di test più probanti, i gialloblù visti contro il Volleyworld hanno giocato, in fin dei conti, un gara discreta, di livello sicuramente più alto rispetto alle ultime due uscite contro Ercolano e Giugliano. Di contro quest’oggi si sono registrati, soprattutto nel primo set, problemi in ricezione, con il solito Cusumano costretto agli straordinari. Anche la vulnerabilità al centro appare oramai un problema che mister Pesarino dovrà affrontare nelle prossime settimane, l’assenza di Scarpato, apparsa inizialmente sopperibile, comincia a diventare un problema, e non è un caso che De Martinis, partito dalla panchina, sia risultato il migliore del suo reparto. In ogni caso, con un Gaglione in forma strepitosa, con Penna e Ferrentino che si limitano a fare il loro e con un Pesarino capace di “riciclare” al meglio le palle sporche di una pessima ricezione, il Cercola resta lì, imbattuto e in testa alla classifica.
Non si lascia andare a facili entusiasmi mister Pesarino: “oggi, stranamente sono mancate difesa e ricezione, solitamente nostri punti di forza, in compenso siamo stati molto bravi in attacco”. Qualche parola su Gaglione: “si tratta di un giocatore straordinario difficile da tenere in panchina, in ogni caso è anche merito dei suoi compagni che riescono a farlo esprimere al meglio”. Infine sul problema al centro: “ci manca Scarpato, non escludo la possibilità di sperimentare qualche cambio di ruolo nelle prossime settimane”.
Sabato prossimo, alle ore 18.00, al PaladeiPlatani di Cercola è atteso il Parco Città, in caso di vittoria il Cercola potrá laurearsi campione di inverno con il filotto record di undici vittorie su altrettante gare.

Dario Passeri

Ufficio Stampa I.p.C. Volley