CONDIVIDI

luongo yamamay acquachiara

Potrebbe essere l’inizio di un periodo positivo per la Carpisa Yamamay Acquachiara. La bella notizia arriva dalla Liguria: da ieri, infatti, Stefano Luongo è tornato ad allenarsi in piscina, seppur in maniera blanda. L’attaccante di chiavari, lo scorso mese, fu colpito da una forte peritonite che gli portò non poche complicazioni; il classe ’90 si è, oltretutto, sottoposto a ben due interventi. Adesso le condizioni di Luongo sono stabili ed il giocatore è in netta ripresa. Nel weekend ha seguito la sua squadra, la Carpisa Yamamay Acquachiara, in quel di Bogliasco ed ha sostenuto dalle tribune i suoi compagni nella due giorni di Coppa Italia. Luongo, grazie all’apporto di una speciale muta subacquea che lo protegge nelle zone in cui è stato operato, è potuto scendere in vasca per nuotare un pò.

“Sono molto contento- ha dichiarato l’ex Sori, Camogli e Pro Recco- Finalmente ho ripreso ad avere il contatto con l’acqua e non vedo l’ora di tornare a giocare. Mi manca stare con la squadra ed appena avrò recuperato del tutto scenderò a Napoli”.

Grande soddisfazione e gioia anche nelle parole di Massimo Pezzuti, Direttore Generale della Carpisa Yamamay Acquachiara: “Finalmente una bella notizia per noi- spiega il General Manager biancazzurro- Sono felicissimo per Stefano. Luongo per noi è una pedina fondamentale ed è apprezzato e stimato dall’intero gruppo. Per noi la sua assenza è stata una grave perdita sotto il profilo tecnico (è uno dei migliori giocatori in circolazione) ma anche sotto il profilo umano essendo davvero un gran bravo ragazzo. la nostra società si è messa e si metterà anche in futuro a disposizione per permettergli una celere ma tranquilla ripresa delle condizioni fisiche. Ci fa piacere che segua la squadra a distanza in modo costante ma adesso deve stare tranquillo e pensare solo a guarire in tutto serenità”.

Ufficio Stampa Carpisa Yamamay Acquachiara