CONDIVIDI

carpisa yamamay acquachiara

Metti una sera a cena… Amaurys Perez a casa Porzio in via Posillipo. Cena di lavoro con l’epilogo che entrambi desideravano: il vice campione olimpico e campione del mondo giocherà per altri due anni con la calottina della Carpisa Yamamay Acquachiara. Un grande colpo per l’intero movimento della pallanuoto napoletana: “Con la notorietà che ha acquisito – sottolinea Franco Porzio – Amaurys oggi è importantissimo sia dentro sia fuori dall’acqua”.

Il menu: manfredi con ricotta, carne al ragù, friarielli, pastiera e sorbetto al limone. Domanda a Perez? Meglio la cena o la proposta di lavoro? “Tutta la vita la proposta di lavoro”, risponde Amaurys e spiega perchè: “Voglio concludere la mia carriera nell’Acquachiara perchè questa squadra mi è entrata nel cuore. E’ una grande famiglia. Tutti nell’Acquachiara si fanno in quattro per accontentare qualsiasi mia necessita”.

E si trova benissimo anche a Napoli, Amaurys. “Di questa città mi piace tutto: la gente, il clima, il panorama, il mangiare, il modo di vivere. Qui sto come a casa mia, mi sento terrone al cento per cento”.

Una dichiarazione d’amore alla città, che Perez abbraccia in 20 manifesti 6×3 che da ieri tappezzano i muri di Napoli.

COMUNICATO STAMPA CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA