CONDIVIDI

Luvo Barattoli Arzano: Postiglione 23, Riparbelli 3, Ascensao M. 5, Ascensao R. 10, Speranza 12, Cammisa 13, Maggipinto, Guida (L), Mautone 1. Non entrate: Topa e Passante. All. CollaviniGivova Scafati: Campolo 8, Valdesm16, Ricciardi 16, Caputo 13, Moretti (L), Seggiotti, Vinaccia 14, Peluso 1. Non entrate: Erra, Villani, Marra, Salzano. All. Lionetti

Arbitri: Chrstian Battisti e Giovanna La Rocca

Note. Durata set: 28’; 29’; 24’; 33’. Battute sbagliate Arzano: 8; Battute punto Arzano: 7. Battute sbagliate Scafati: 5; Battute punto Scafati: 1. Spettatori 150. 
ARZANO – Nuova occasione sprecata per la Luvo Barattoli Arzano che comincia il nuovo anno consegnando tre punti d’oro alla Givova Scafati. Una serie di errori hanno caratterizzato il finale, dove le padrone di casa riescono a sprecare quanto faticosamente costruito nel resto del match.

Inizio anno amaro, gli ingredienti per fare bene c’erano tutti. Ancora una volta però il sestetto di Collavini non è riuscito a combinarli nel modo giusto.

Lungo ed equilibrato il primo set. Nonostante il gran freddo le due squadre restano in campo regolarmente e danno vita ad un set piacevole. I primi due punti delle ospiti arrivano da errori in battuta delle arzanesi. Nel corso del primo set sono quattro i servizi sbagliati dalle padrone di casa (l’ultimo sul 23) mentre le ospiti si fermano a tre. 

Scafati trova l’allungo in prossimità del secondo time out tecnico (12-16). La Luvo Barattoli Arzano non molla e si tiene in scia. Postiglione (4 punti) e Vinaccia (5) sono le atlete che nella prima frazione mettono a terra il maggior numero di palloni. Sul 17-21 ancora errori delle padrone di casa che hanno un ultimo lampo prima che Ricciardi (sul 20-24) metta a terra il pallone che vale la prima vittoria parziale.

Male l’avvio della seconda partita per le padrone di casa. Scafati arriva con cinque lunghezze di vantaggio al primo time out tecnico (3-8).

La reazione arriva ma non dà i frutti sperati. Le buone cose viste in alcuni sprazzi vengono neutralizzati da altrettante ingenuità che non cambia lo stato delle cose (11-16). 

Tornati in campo parte davvero la riscossa arzanese. Turno favorevole con Cammisa al servizio, la squadra neutralizza il gap e passa a condurre (21-19). Si arriva così alla fase decisiva del set.

Arzano fa gruppo e stringe i denti fino al 24-21. Tre palle set, lo Scafati riesce a neutralizzarne due e mentre si materializza lo spettro vantaggi arriva finalmente la palla del pareggio (25-23).

Il pareggio non carica più di tanto la Luvo Barattoli che nella frazione successiva non riesce a tenere testa allo Scafati. L’equilibrio si rompe in favore delle ospiti dopo il secondo stop (12-18). Collavini richiama le sue all’ordine nel tentativo di riequilibrare le sorti di una situazione compromessa 15-20. A Valdes (5 punti in questo parziale) basta poco altro per riportarsi avanti. Chiude Vinaccia dopo 24’.

Nel quarto set l’Arzano ritrova la grinta. Coppola smista palloni a tutte le compagne di squadra che si alternano nel cercare il bersaglio giusto. Il tesoretto di punti accumulato consente a Speranza di mettere a segno con serenità la palla che porta al secondo time out tecnico 16-11.

Errori e palle dubbie in pochi minuti neutralizzano il vantaggio arzanese. Un break di 0-6 porta addirittura Scafati avanti. Riparbelli di nuovo in campo su Marlene e subito dopo arriva il settimo punto consecutivo delle ospiti (16-18) che costringe Collavini a riordinare le idee alle sue. 

Mautone dà il cambio (per due punti) a Speranza e subito va a segno. Ancora equilibrio in avvio della fase calda (20-21). L’ultima illusione la regala Cammisa con l’aces del 23-22. L’ultima fiammata prima di alzare bandiera bianca subendo un altro 0-3 che fissa il punteggio sul 23-25. La Givova può festeggiare.