CONDIVIDI

carpisa yamamay acquachiara

 Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Postiglione, Mattiello 1, Luongo 1, Scotti Galletta, Petkovic 4 (1 rig.), Gambacorta 2, Ferrone 1, Saviano, Draskovic 3, Di Costanzo 1 rig., Sadovyy 2, Lamoglia. All. De Crescenzo.

Promogest: Volarevic, Beltrame, Rinaldi, Steardo (1 rig.), Tullio, Simonetti 4, Pagliara, Sassanelli, Licata, Tomasic 4, Astarita, Russo 1, Morleo. All. Pettinau

Superiorità numeriche: Acquachiara 7/14 + 2 rig., Promogest 2/7.

Note: usciti per limite di falli Russo (P) nel terzo tempo; Ferrone e Mattiello (P), Beltrame, Sassanelli e Tomasic (P) nel quarto tempo.

“Vincere per noi è stato importantissimo dopo la brutta prestazione della scorsa settimana contro la Pro Recco”. Queste le prime parole del tecnico biancazzurro Paolo De Crescenzo al termine del match tra Carpisa Yamamay Acquachiara e Promogest vinto dalla formazione napoletana col punteggio di 15-12. Assente giustificato Amaurys Perez, protagonista in semifinale del format televisivo “Ballando con le Stelle”; rientra Draskovic, tenuto a riposo lo scorso turno di campionato, dopo essere già tornato in acqua nella gara d’andata contro lo Jadran. Dopo un’iniziale 4-1 per i biancazzurri (con Petkovic sugli scudi, autore di tre reti in poco più di 6 minuti), i sardi si sono fatti sotto nel punteggio, impensierendo la retroguardia napoletana in più d’una circostanza. Ad incrementare il vantaggio ci ha pensato Draskovic, ad un secondo dalla sirena di fine seconda frazione, con uno spettacolare tiro che da 13 metri, schizzando sull’acqua, s’insacca alle spalle di Goran Volarevic (9-5). Il vantaggio di 4 reti l’Acquachiara lo porterà anche nella terza frazione di gioco; si va all’ultimo quarto, infatti, sul punteggio di 12-8. Tre tempi in cui ad impensierire più volte la difesa partenopei c’ha pensato il centroboa ex Roma 2007 Mislav Tomasic, autore di una gran partita arricchita da ben 4 reti. Per i biancazzurri bene i due stranieri Petkovic e Draskovic così come il centroboa ligure Sadovyy (in particolar modo nei primi due tempi bravo nel conquistare una valanga di superiorità). Negli ultimi 8 minuti di gioco viene fischiata un’espulsione contemporanea (per reciproche scorrettezze) a Mattiello e proprio Tomasic: sardi che, dunque, dovranno fare a meno del loro ariete offensivo negli ultimi 5 minuti di gioco. A trascinare la formazione di Pettinau ci pensa, allora, Carlo Simonetti: l’ex Posillipo e Canottieri chiuderà il suo match con 4 reti in totale.

Nonostante l’assalto degli ultimi minuti la Promogest non riuscirà più a recuperare lo svantaggio accumulato nei primi 3 tempi. La gara si chiude, così’, in favore della Carpisa Yamamay che vince col punteggio di 15-12 e da oggi potrà pensare, dopo aver scacciato gli spettri della sfida di Sori, alla stracittadina di Venerdì sera contro la Canottieri Napoli, anticipo della nona giornata di Serie A1.

“Bene la vittoria- commenta al termine coach De Crescenzo- anche se dobbiamo ancora migliorare in fase difensiva. Quest’oggi la squadra non mi è piaciuta come si è mossa proprio in questo reparto ed il loro straniero Tomasic ci ha punito in più di una occasione. Non possiamo permetterci errori di distrazione, visto che alcune reti segnate dai biancoverdi sono frutto di azioni d’attacco nostre in cui abbiamo ingenuamente perso palla. Ripeto, sono soddisfatto della vittoria e dei tre punti e adesso penseremo alla Canottieri Napoli con la speranza che la Piscina Scandone di Napoli si riempi come accade ad ogni derby”.

 Comunicato Stampa: Carpisa Yamamay Acquachiara