CONDIVIDI

Il team napoletano domina anche la seconda gara ad Abu Dhabi

e conquista il titolo iridato e la Powerpole

karelpiù 20

Finisce con un trionfo la trasferta ad Abu Dhabi del team Karelpiù RG87 dell’Hi-Performance Italia. Dopo la matematica vittoria del trofeo Powerpole e della prima gara ieri, oggi è arrivato il bis, che ha permesso allo scafo partenopeo di conquistare per la prima volta il titolo iridato della Class V1. Un successo ottenuto grazie a tre vittorie e un secondo posto nelle quattro prove stagionali, che confermano un dominio assoluto e un’affidabilità senza pari dello scafo messo a punto dall’azienda flegrea. La gara di oggi, però, non è stata facile, perchè Karelpiù, con a bordo Antonio Schiano alle manette e il romano Federico Montanari al timone che ha preso il posto di Giuseppe Schiano, è partito, come ieri, dalla terza posizione e, dopo aver preso la testa della corsa, ha dovuto rallentare per un allarme a bordo. Questo ha portato i rivali di Bernico a sorpassare il team partenopeo, che però si è riavvicinato e, approfittando del ritiro dello scafo belga, ha potuto conquistare anche questo gran premio.

“Siamo emozionatissimi, ci sembra di vivere una favola – spiega Giuseppe Schiano -. Ringrazio i nostri partner, gli sponsor e tutto il nostro team, a partire dai tecnici Ciro Guida e Vincenzo Alessio, che erano qui con noi, e Rosario Schiano e Vincenzo Guidone, che sono ad Atlanta con la Mercury Racing. La barca è veloce e meritava di vincere questo Mondiale, grazie anche alla nostra organizzazione, che è stata perfetta in tutte le tappe. La dedica è per tutti quelli che ci hanno creduto e ci sono stati vicini con il loro tifo”.

Karelpiù RG87 ha chiuso il Mondiale a quota 75 punti, davanti a Bernico (53) e Chaudron (35), portando a casa, oltre al successo della tappa di Abu Dhabi, anche il titolo della Powerpole.

 

Napoli, 6 novembre 2015