CONDIVIDI

image

Sarà positivo domani sera il debutto stagionale alla Scandone dell’Acquachiara? Secondo la tradizione c’è da essere ottimisti perchè da quando la Carpisa Yamamay è stata promossa nella massima serie il Bogliasco ha sempre perso alla Scandone contro Ferrone e compagni: 5 volte su 5, playoff compresi. La logica, invece, dice che bisogna andarci con i piedi di piombo: in nessuna partita del campionato di A1 di quest’anno l’esito è scontato, salvo che una delle due squadre in campo sia la Pro Recco o il Brescia.

Il posticipo della seconda giornata di A1 maschile tra Acquachiara e Bogliasco sarà arbitrato da Centineo e Fusco. Il fischio d’inizio alle ore 19,30. Tanti ex in acqua: tra i liguri Gambacorta e Guidaldi, tra i padroni di casa Lanzoni e Marziali, che però lamentano entrambi problemi fisici. Salvo, dunque, forfeit la formazione della Carpisa Yamamay Acquachiara sarà la seguente: Volarevic, Michele Luongo, Rossi, Korolija, Marziali, Aiello, Lanzoni, Ferrone, Gitto, Stefano Luongo, Valentino, Perez e Lamoglia. L’unica novità rispetto ai 13 che hanno giocato il primo turno di Euro Cup a Budapest è il giovane Aiello, che prenderà in formazione il posto di Tozzi.

La Carpisa Yamamay, dopo aver conquistato brillantemente la qualificazione al secondo turno di Euro Cup, vuole fare bene anche in campionato e conquistare la prima vittoria, visto che a Roma contro la Lazio i tre punti sono sfuggiti negli ultimissimi secondi. Anche De Crescenzo, parlando del Bogliasco, si allinea al pensiero di molti: “Partite facili non esistono quest’anno in A1. La squadra di Bettini, poi, è una formazione più che rispettabile, lo ha confermato dieci giorni fa giocando molto bene contro la Pallanuoto Trieste. E’ chiaro che noi vogliamo la vittoria, non lasceremo nulla d’intentato pur di ottenerla”.

 

COMUNICATO STAMPA CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA