CONDIVIDI

ACQUACHIARA-PRIMORAC 15-6 (4-1; 3-1; 6-1; 2-3)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Volarevic, Luongo M. 1, Rossi, Korolija, Marziali 4, Tozzi 2, Lanzoni 1, Ferrone, Gitto, Luongo S. 4, Valentino 3, Perez, Lamoglia. All. De Crescenzo P.

Primorac Kotor: Stanovic, Radonic 1, Bulatovic, Krijestorac 1, Matkovic, Savelic 2, Fanfani, Latkovic 1, Kosic 1, Krivokapic, Vukasovic, Todorovic, Radnic.

Arbitri: Butz (Ned) e Uz (Tur).

Superiorità numeriche: Acquachiara 4/6, Primorac 0/5.

  
BUDAPEST – La Carpisa Yamamay mette in classifica i primi tre punti nel girone di Budapest. Netto il successo biancazzurro ai danni dei montenegrini del Primorac, un buon viatico in vista del terribile giovedì che attende gli uomini di De Crescenzo. Domani c’è doppio confronto con le due squadre ungheresi nel giro di sole 6 ore: alle 12,20 la sfida con lo Szeged, alle 18,40 quella con il Ferencvaros. Entrambe hanno vinto oggi al debutto, rispettivamente contro i francesi dello Strasburgo (13-10) e i croati dello Jadran Spalato (11-8).
Cronaca. Partenza davvero fulminante della squadra di De Crescenzo. Biancazzurri a bersaglio dopo soli 28″. Il primo gol europeo stagionale della Carpisa Yamamay Acquachiara porta il sigillo di Stefano Luongo. E non è l’unico. E’ sua anche la rete del 4-1 (conclusione vincente da fuori) con la quale si chiude il primo parziale. In mezzo la doppietta di un Marziali in gran forma, a segno prima con l’uomo in più e poi dal centro. Primorac frastornato: dopo il gol del provvisorio 1-1, realizzato sa Savelic, è andato sotto di brutto.
Gi arbitri, almeno per il momento, sono piuttosto avari nella concessione delle superiorità. All’inizio del secondo parziale secondo uomo in più per l’Acquachiara, secondo centro, stavolta con Valentino. I montenegrini provano a rialzarsi, segna Radonic, ma il giovane Tozzi li ricaccia indietro con la sua prima realizzazione continentale (6-2). E non è finita qui: l’incontenibile Marziali fa tris, ancora dal centro. Carpisa Yamamay a +5 (7-2). Il secondo tempo si chiude con numeri importanti per la squadra di De Crescenzo: 7 su 13 globale al tiro, 2/2 con l’uomo in più. Il Primorac, anche per “colpa” di Volarevic, va al cambio campo con un modesto 2 su 10 complessivo.
Non cambia il copione nella terza frazione: la partita rimane un monologo dell’Acquachiara, che vola sul +8. Segnano nell’ordine Marziali (nuovamente dal centro) e i fratelli Luongo. Perfetta finora la percentuale al tiro di Marziali (4 su 4) e Stefano Luongo (3 su 3). La partita praticamente finisce qui, da segnalare nel prosieguo del match la seconda rete personale di Tozzi, la prima di Lanzoni e altre due segnature di Valentino. Soddisfatto, ma con moderazione, De Crescenzo: “Il Primorac è una squadra molto giovane, non era un ostacolo particolarmente difficile da superare. Comunque la risposta dei miei ragazzi è stata positiva, sia sul piano del gioco che della determinazione. Adesso ci attende il doppio, difficile confronto con le formazioni ungheresi, ma non sarà facile nemmeno avere la meglio su Jadran Spalato e Strasburgo, che oggi hanno impegnato severamente le due formazioni di casa.

Carpisa Yamamay Acquachiara