CONDIVIDI

ACQUACHIARA-FERENCVAROS 9-9 (3-3; 2-2; 1-2; 3-2) 
Carpisa Yamamay Acquachiara: Volarevic, Luongo M. 1, Rossi, Korolija 2, Marziali 2, Tozzi, Lanzoni, Ferrone, Gitto, Luongo S. 4, Valentino, Perez, Lamoglia.

Ferencvaros: Gardonyi, Avramovic 1, Dory, Katonas, Nyeki, Pohl, Roach 2, Toth M. 1, Swift 1, Vogel, Cuk 2, Marnitz 2, Krivokapic.

Arbitri: Ciric (Srb) e Colominas (Esp).

BUDAPEST – Pareggio d’oro della Carpisa Yamamay Acquachiara e pronto riscatto dopo la sconfitta di stamattina contro lo Szeged. Di Marziali la rete decisiva a 27″ dal termine.

Sembra mettersi male quando Marko Cuk mette a segno la rete che porta il Ferencvaros avanti 1-3 a metà del primo tempo. Vuoi vedere che va a finire come stamattina contro lo Szeged?

Niente affatto, perchè quella che oggi pomeriggio è scesa in acqua contro i padroni di casa è un’Acquachiara ben diversa, molto più determinata. E anche più precisa in fase di conclusione, soprattutto nella prima parte della gara. E’ Stefano Luongo, a secco contro lo Szeged, il principale protagonista della rimonta biancazzurra, che porta la Carpisa Yamamay dall’1-3 al 5-3. Dopo il gol del 2-3 realizzato dal centro da Korolija, arrivano una dopo l’altra tre reti dell’azzurro.

Pensare che una squadra come il Ferencvaros non reagisca è pura illusione. E infatti gli ungheresi con una doppietta di Marnitz riportano il match in equilibrio (5-5) alla fine del secondo parziale, ma è già importante, molto importante che l’Acquachiara abbia dato un segnale di grande vitalità.

Nella terza frazione i biancazzurri non sfruttano due superiorità che potrebbero riportarli avanti e vengono puniti da un altro uno-due (5-7), messo a segno stavolta da Avramovic e Toth. Rimedia parzialmente ancora Stefano Luongo: quarta rete personale e Acquachiara a -1 (6-7). Con questo risultato le due squadre vanno all’ultimo intervallo.

Stefano Luongo viaggia finora con un eloquente 4 su 6 al tiro, suo fratello Michele invece ha fatto registrare finora uno 0 su 4. E’ il momento di cambiare registro e l’ex giocatore della Sport Management lo fa egregiamente riportando i suoi in parità: 7-7 quando mancano cinque minuti di gioco al termine della gara, che diventa sempre più avvincente. Nuovo allungo del Ferencvaros (7-9), segnano Roach e Cuk, entrambi con l’uomo in più. Superiorità numerica per l’Acquachiara, Korolija non sbaglia: Carpisa Yamamay nuovamente in piena corsa (8-9) per un risultato positivo a tre minuti dal termine. A 53″ dalla sirena De Crescenzo chiama time out e alla ripresa del gioco, sugli sviluppi dell’azione, Luca Marziali segna dal centro. Un gol pesantissimo.