CONDIVIDI

12047793_10205427837911536_1048885764_n

Oggi parliamo del Krav Maga, una nuova disciplina di autodifesa diffusa a partire dalla metà degli anni 90, prima disciplina di nicchia, poi più largamente diffusa, anche grazie a pellicole americane come “Via dall’incubo” ( Enough) di Jennifer Lopez e ” The Bourne Identity” di Doug Liman con Matt Damon, e per la stretta analogia con le Mixed Martial Arts (MMA), arti marziali miste.

Il Krav Maga è un sistema di combattimento israeliano nato in ambienti ebraici dell’Europa centro-orientale nella prima metà del XX secolo. La parola Krav Maga, in ebraico moderno, significa letteralmente “combattimento con contatto”. A differenza delle arti marziali classiche, che ritualizzano i gesti, il Krav Maga è un sistema di combattimento pragmatico e istintivo, ogni gesto, ogni colpo è diretto verso un punto sensibile.

Il fondatore di questa disciplina, Imi Lichtenfeld, nato a Budapest nel 1910 è stato un ginnasta, pugile e campione di lotta libera e fu incaricato dalle autorità israeliane di sviluppare un sistema di combattimento efficace e di rapido apprendimentoper le truppe del neonato Esercito Israeliano (IDF).

Il Krav Maga risponde infatti ai criteri di tipo militare, quali l’efficacia e la rapidità con cui si arriva alla neutralizzazione dell’avversario prima che questo possa diventare una minaccia.

Lichtenfeld ha diffuso le tecniche apprese e raffinate negli anni decidendo di adattare il Krav Maga a scopi civili per renderlo praticabile anche a donne e ragazzi, spesso vittima di violenze.

12047372_10205427838111541_531177068_n (1)
Il Krav Maga probabilmente è il miglior sistema di difesa personale al mondo. Ne parliamo con il maestro Ivan Franco della Federazione United Krav Maga world Organization  e direttore dell’ Istituto Krav Maga Italia che opera sul territorio attraverso varie strutture site a Pomigliano D’Arco, Casalnuovo di Napoli, Sant’Anastasia e Somma Vesuviana.

Ecco quanto evidenziato dal maestro Ivan Franco che ci racconta la sua esperienza in questo settore frutto di aggiornamenti e influenze approfondite in seguito a numerosi viaggi all’estero:
”  L’approccio con il Krav Maga nasce nel 2008, da una passione per le “Mixed Martial Arts” ,da cui provengo,  che si è consolidata nel tempo grazie ad un desiderio incondizionato di ricercare un sistema di difesa personale “puro” che mi ha portato a viaggiare per apprendere  e perfezionare tecniche di autodifesa con i migliori maestri di fama mondiale. In particolare, i corsi di perfezionamento seguiti in Inghilterra, Israele e Polonia.”
12029228_10205427837991538_1616860904_n
“A Londra ho conseguito il mio brevetto di istruttore civile con La federazione internazionale Krav Maga Global del maestro Eyal Yanilov, in Israele ho approfondito le dinamiche di difesa per bambini e teenagers con il maestro Zeev Coehn ed infine a Lodz, in Polonia acquisito il brevetto di specializzazione “City extreme” (dinamiche urbane) un particolare brevetto per tecniche di difesa da adottare in ambienti urbani cone pulmann, bar, vicoli e metro ecc. con la federazione United Krav Maga world Organization del maestro Tomasz Adamczyk, esperto specializzato in Krav Maga civile, militare e law enforcement. “
“Nel 2013, in collaborazione con l’Istruttore Giovanni Belardo, ho fondato l’Istituto Krav Maga Italia , per diffondere questa disciplina sul territorio, che ha riscosso subito consensi ed un enorme successo, riscontrando anche un’ampia partecipazione da parte di numerose donne, che oggi praticano assiduamente questa disciplina come sistema di autodifesa, in una società che mette sempre più a dura prova il gentil sesso, spesso vittima di episodi di violenza, anche tra le mura domestiche. “
Tra gli slogan del Krav Maga c’è proprio uno riguardante le donne: “Mai più sesso debole!” e  a rafforzare questo concetto è la testimonianza di un’esperienza reale di una “kraver” dell’Istituto Ktrav Maga:
“Domenica sera  mi è capitato un episodio sgradevole. Ero a Piazza Bellini a Napoli in compagnia di alcune amiche. Passiamo accanto a dei ragazzi visibilmente ubriachi e uno di questi, mentre ero distratta dall’amico, mi prende il viso con una mano. Istintivamente una persona avrebbe paura, qualcuno invade il tuo spazio fisico e di certo in un modo non amichevole. E invece no. Ciò che faccio istintivamente invece è di liberarmi dalla presa del potenziale aggressore, voltarmi in modo che mi sia visibile di fronte e dirgli in modo deciso che non doveva mettermi le mani addosso. E così mi sono allontanata. Il ragazzo non si aspettava una reazione del genere , si è capito dallo sguardo a metà tra il sorpreso e l’arrabbiato, perchè non aveva avuto la meglio su di me.  Il sesso debole, che dovrebbe sottomettersi e avere paura. A me non è capitato perché su di me ha avuto un forte impatto la pratica del Krav Maga, tecniche di combattimento israeliane adibite a sistema di difesa personale che ho acquisito presso l’Istituto Krav Maga Italia. Sapere come poter reagire, cosa poter fare in situazioni di potenziale pericolo, allenarsi costantemente non solo per l’apprendimento delle tecniche ma soprattutto per imparare a restare lucidi anche in situazioni di stress, consente di acquisire una grande sicurezza interiore. Ci si sente più forti, meno vulnerabili, più capaci di agire e di difendersi. Cosa fondamentale affinchè non ci si possa sentire mai più il sesso debole.”
12047279_10205427838071540_788785274_n
L’obiettivo degli istruttori del Krav Maga Italia è infatti quello di trasmettere fiducia agli allievi, sicurezza e coraggio per affrontare situazioni ed imprevisti di ogni genere nelle realtà domestiche e urbane, contribuendo anche ad uno stile di vita sano, come sottolinea il maestro Ivan Franco:
“Abbinando una buona preparazione fisica, vengono insegnate tecniche di autodifesa per consentire alla “potenziale vittima” di difendersi da un attacco a mani nude o a mano armata, eseguendo semplici movimenti istintivi e bio meccanici del corpo.  Attualmente svolgiamo corsi presso varie strutture :  la Palestra “Accademia oriente” di Pomigliano D’Arco, Imperial fitness di Casalnuovo di Napoli, ASD Scippa di S. Anastasia, e presso lo “Sport Village” di Somma Vesuviana.”
12064020_10205427838231544_386244878_n
Gli istruttori dell’Istituto sono selezionati sulla base della loro esperienza nel settore della difesa personale, Krav Maga e discipline da combattimento, in combinazione con la loro passione e capacità di educare gli allievi attraverso un metodo semplice di apprendimento. Un apprendimento che passa attraverso studi e continui aggiornamenti come conferma il maestro Franco:
“A breve insieme all’Istruttore Giovanni Belardo affronteremo un nuovo viaggio in Polonia per un Training intensivo con il maestro Tomasz Adamczyk che ci consentirà di formare un nuovo team di istruttori composto da cinque allievi della zona vesuviana ( Cesare Cerciello, Giovanni Colavecchia, Francesco Sposito, Francesco Spiezia, Gianpiero Testa). Per noi questi aggiornamenti sono importanti per offrire agli allievi una formazione adeguataed esclusiva e diffondere sempre più questa disciplina ricordando sempre che ” la strada non ti da una seconda chance” .
Roberto Sica