CONDIVIDI

11402976_10206179531760578_2679736282805775986_n

“Vogliamo chiudere la stagione in bellezza”, aveva detto Andrea Scotti Galletta alla vigilia della finale scudetto Under 15 di Bari, ma forse nessuno, forse nemmeno lui, si sarebbe aspettato che la Carpisa Yamamay Acquachiara sarebbe arrivata così lontano nella Final Eight che si è conclusa oggi nel capoluogo pugliese con il successo della Florentia e con uno storico secondo posto per la società del presidente Porzio. Si tratta, per l’Acquachiara, della prima medaglia d’argento a livello giovanile maschile.

“Il principale obiettivo del mio lavoro – dice Scotti Galletta – è crescere giocatori che in un futuro possano militare in prima squadra. Un compito sicuramente facilitato da risultati come questo, che ti spronano a far sempre meglio. Sono contento soprattutto per i ragazzi: è il giusto premio al loro grande impegno”.

Alla Final Eight di Bari hanno preso parte anche la Canottieri Napoli di Maurizio Migliaccio (sesta) e il Posillipo di Francesco Falco (quarto). Proprio i rossoverdi sono stati protagonisti di una splendida semifinale contro l’Acquachiara, che si è imposta ai rigori con il punteggio di 10-9 e con tre penalty neutralizzati dal portiere biancazzurro Crisci. Top scorer del match (4 gol) il posillipino Massimo Di Martire, capocannoniere del torneo con 17 reti.

Battuto il Posillipo in semifinale al termine di una gara combattutissima, la Carpisa Yamamay è scesa in acqua forse già appagata nella finalissima contro la Florentia, che si è imposta con il punteggio di 12-8. Ma ecco i nomi dei vice campioni d’Italia: Riccardo Aruta, Massimo Attardi, Matteo Balzamo, Luca Caccavale, Pasquale Capuozzo, Emanuele Ciardi, Luca Crisci, Leonardo Di Maro, Luca Fraioli, Davide Gaeta, Carmine Maietta, Marco Pellone, Matteo Ronga, Simone Santamaria, Gerardo Zazzaro

COMUNICATO STAMPA