CONDIVIDI

ddddddd

6 squadre, 310 giocatori, 46 tra dirigenti e accompagnatori, 80 partite nel giro di soli tre giorni. Sono questi i numeri della prima edizione dello Yellow Ball International Event di pallanuoto che si è concluso oggi pomeriggio alla Mostra d’Oltremare con l’organizzazione dell’Associazione Waterpolo People presieduta da Franco Porzio e con il doppio successo della Carpisa Yamamay Acquachiara nei due tornei previsti. Nell’Under 12 la squadra biancazzurra, guidata da Roberta Tortora, si è imposta sulla Canottieri Napoli per 2 set a 0; nel torneo Under 15 l’Acquachiara di Andrea Scotti Galletta ha avuto la meglio sulla Roma Zero9 sempre con un secco 2-0. La formula della manifestazione, infatti, prevedeva il successo al meglio di due set e non con il sistema tradizionale dei quattro tempi di gioco.

 

Finali – Giovedì 25 giugno – Pomeriggio

vvvvvvvvvvvvvv

Under 12 Chianese determinante

ACQUACHIARA DELFINI-CANOTTIERI NAPOLI 2-0 (2-1; 3-1)

Acquachiara Delfini: Chianese, Capuozzo, Abrugia, Rocchino 1, Angelone F., Di Peso, Angelone Fr., Musacchio, Colella, Scamardella 2, Buono, Giello, Maietta 2, Crivello. All. Tortora.

Canottieri Napoli: Kunz, Sava 1, Scognamillo, Rizzo, Gargiulo M., Pessetti, Napoletano, Imperatrice 1, Zingone, Canale, Matonti, Gargiulo A., Travaglini Rizzo. All. Migliaccio M.

Arbitri: Barra e Ioannou.

NAPOLI – La Carpisa Yamamay Acquachiara sale sul gradino più alto del podio, dove meritebbe un po’ di spazio anche la Canottieri Napoli, degna rivale in questa finale della squadra di Roberta Tortora, che anche in questa gara ha dimostrato una solidità difensiva eccellente, a cominciare dal portiere Chianese.

E’ la squadra di Migliaccio, bravissimo tecnico che nello Yellow Ball ha portato in finale entrambe le formazioni giallorosse, ad aprire le marcature con Sava. La Canottieri Napoli potrebbe raddoppiare su rigore, ma Pessetti viene disturbato al momento dell’esecuzione da un avversario con un calcetto e stampa il pallone sulla traversa. Un’irregolarità non rilevata dagli arbitri.

Lo scampato pericolo scuote l’Acquachiara Delfini, che comincia ad organizzarsi. L’aggancio e il sorpasso nel primo set nell’ultimo giro di lancetta: segnano Maietta (beduina) e Scamardella, che approfitta nel migliore dei modi di un regalo della difesa giallorossa.

Anche il secondo set è molto combattuto, ma stavolta è l’Acquachiara a passare per prima con Rocchino in superiorità. Replica per la Canottieri Napoli Imperatrice, torna in vantaggio la squadra di Tortora con Maietta, che finalizza una controfuga (2-1). E’ il momento decisivo: la Canottieri Napoli conquista un altro tiro di rigore, l’ottimo Chianese para il penalty e sul capovolgimento di fronte Scamardella realizza il +2 biancazzurro. E’ la rete della sicurezza, della certezza del successo. Una vittoria sofferta ma meritata.

 

Under 15

 

Doppiette di Caccavale, Capuozzo e Pellone

ZERO9-ACQUACHIARA TITANS 0-2 (1-4; 2-4)

Roma Zero9: Zucchini, Balsamà 1, Bernacchi 1, Cerioni, Olivi, Panunti, Giugliano 1, Todini, Camposecco, Catalisano, Carrozza, Latini, Sejic, Prospero, Maini. All. Fonti.

Acquachiara Titans: Balzamo, Ciardi 1, Di Maro, Pellone 2, Fraioli, Maietta, Santamaria 1, Crisci, Ronga, Gaeta, Zazzaro, Capuozzo 2, Caccavale 2, Attardi, De Bisogno. All. Scotti Galletta.

Arbitri: Li Donni e Tuzzolo.

NAPOLI – Arriva il bis per la Carpisa Yamamay Acquachiara nel torneo Under 15. Rispetto all’Under 12, stavolta il successo biancazzurro è più netto: vuoi per la grande concentrazione mostrata dai giocatori di Scotti Galletta vuoi per la non eccelsa prova della Roma Zero9, che aveva perso contro l’Acquachiara anche nella fase preliminare ma giocando decisamente meglio.

E’ micidiale la partenza biancazzurra. Segnano in rapisa successione Capuozzo, Santamaria e Pellone per uno 0-3 al quale la formazione capitolina riesce a replicare solo parzialmente con Balsamà, che finalizza bene una controfuga. La Roma Zero9 subito dopo spreca la possibilità del -1 in superiorità, uomo in più che invece non fallisce Caccavale dal lato opposto per l’1-4 con il quale si conclude il primo set.

Nel secondo set la formazione di Fonti parte meglio e rimane molto più a lungo in partite. Sul punteggio di 2-3 è Caccavale a chiudere il match con un gol in superiorità.

 

NELLE FOTO (di Rosario Caramiello) i festeggiamenti delle due formazioni della Carpisa Yamamay Acquachiara