CONDIVIDI

image

Si parte domani a Roma. La “Enrico Millo” sfiderà Carbonia Cagliari e Aper Perugia

La crisi economica taglia a fette lo sport: si fallisce non solo nel calcio ma pure nelle bocce. Così capita che la Pinetina, storica e titolata compagine di serie A, dica addio alle corsie di gara per difficoltà gestionali e liberi un posto nell’olimpo delle bocce. Il vuoto crea un effetto domino: il posto lasciato libero in A da “La Pinetina” sarà appannaggio di una tra Macerata e Crotone che spareggeranno provando ad emergere dalla B. Dunque la vincente libera a propria volta un posto che va occupato dalla squadra di C che vincerà gli spareggi promozione. E qui entra in scena  la “Enrico Millo” di Baronissi. Dopo la sconfitta in finale, in regular season contro Rende, ritrova il brivido delle finali perché ha possibilità di spareggiare con le altre seconde, cioè Carbonia Cagliari e Aper Perugia. Gare domani e domenica a Roma, sorteggio in loco. Le squadre in origine dovevano essere quattro ma Vigasio ha rinunciato, quindi si spareggerà con la formula della “terzina”: ogni squadra gioca due incontri e fa festa chi li vince entrambi. Si gioca sulle piste del Centro Tecnico Federale di Roma: azzerato il fattore campo per le tre concorrenti. Di seguito, la formazione convocata dal Direttore Tecnico Franco Montuori. Capitano: Francesco Santoriello, poi Giuseppe Califano, Carmine Concilio, Francesco Contaldo, Raffaele Ferrara, Lucio Messaggio, Mario Scolletta. Nella stagione agonistica che da poco è andata in archivio, Scolletta si è classificato tra i primi 32 giocatori d’Italia, conseguendo il cartellino di A1. «Non conosciamo le avversarie  perché in campionato le squadre erano state inserite in gironi diversi – dice Franco Montuori che tra poche ore guiderà la spedizione irnina a Roma per inseguire la B – In via precauzionale, ho convocato sette atleti anziché sei. Non sarà al nostro fianco – ma tiferà per i colori della “Millo” – l’ingegnere Luca Galdi, assai impegnato col suo nuovo incarico di assessore comunale a Baronissi». Poi Montuori rivela una serie di retroscena, alcuni assai curiosi: «Lucio Messaggio, nostro formidabile “bocciatore”, in questi giorni è stato affetto da dissenteria acuta, ma ha garantito che sarà presente a Roma ed in forma smagliante. A Mario Scolletta è toccato lavorare venerdì notte. Di solito la partenza è fissata il giorno prima della gara ma stavolta facciamo un’eccezione. La squadra parte in blocco domattina alle 7: si fa gruppo anche così. Abbiamo un sogno, la B. Proveremo a farlo diventare realtà».

 

Baronissi, 18 -07 – 2014                                                                             Ufficio Stampa